Bellezze monumentali

L’identità di questa terra, di generazione in generazione, si conserva e si rafforza con le tracce della storia più antica. I primi segni della presenza umana in Sardegna risalgono al IV ed al III millennio a.C.. Due in particolare i segni profondi lasciati dalla preistoria: le domus de janas ed i nuraghi, monumenti affascinanti e complessi talora di eccezionale pregio.
Le Domus de Janas (case delle fate) sono luoghi di sepoltura che presentano particolari architettonici che riproducono le dimore dei vivi. Esse testimoniano la fede in una vita ultraterrena e nella rinascita del defunto, dando il senso che si sia costruito per l’eternità. I Nuraghi sono il segno di una civiltà evoluta ed attenta alla propria vita civile e sociale.