Bessude

Macromedia Flash is required. Download Macromedia Flash.

Abitanti: 453
Altitudine: 447 metri s.l.m
Superficie: 2.684 Kmq

Municipio: Via Roma, 38 - Tel. 079.886157 - Fax 079.889943
Cap: 07040
Web: www.comune.bessude.ss.it
E-mail: comune.bessude@tiscali.it


Demo video 1
Audioguida Comune di Bessude


scarica il file .mp3
 


Cenni sul paese:


E’ un centro appartato disposto a gradinata in posizione suggestiva sulle pendici settentrionali del Monte Pelao di origine vulcanica a forma di vera e propria corona di rocce basaltiche. Le sue costruzioni rivelano un’impronta urbanistica tardo medievale e rinascimentale. Al centro del paese è situata la parrocchiale dedicata al patrono S. Martino, costruzione di attardate forme gotiche costruita nel 1620 composta da una navata centrale e da due cappelle per ogni lato due delle quali conservano le spoglie del latinista Francesco Carboni e di Monsignor Giuliano Cabras. Dopo anni di lavori di restauro, nel 2005 è stata riaperta al culto la chiesa di San Leonardo risalente al periodo gotico nella quale anticamente si trovava il cimitero. L’esterno è sobrio e molto semplice, l’interno per armonia, scansione spaziale ed effetto prospettico, rivela una concezione stilistica sorprendente e di sicuro valore artistico con i suoi bellissimi capitelli dei pilastri absidali e le volte a crociera della navata e del presbiterio (alcune gemmate). Una nota di colore è costituita dai murales il primo dei quali ricorda il pauroso incendio del 1988 in cui perse la vita il tredicenne Antonio Tanca. In località Enas de Cannuia sono state rilevate e studiate alcune domus de janas, una delle quali - la Tomba dei Pilastri scolpiti- di notevole fattura artistica per i graffiti che la adornano. Nell’ex Palazzo Marongio, recentemente restaurato, è in fase di avvio un importante centro di documentazione istituito dall’attuale Amministrazione Comunale in collaborazione con il Dipartimento di Storia dell’Università di Sassari dedicato allo studio dell’insediamento del Mejlogu in epoca medievale ed una sezione espositiva.


La storia:


Il paese rileva insediamenti prenuragici anteriori al 1.500 A.C. ed insediamenti nuragici XV –VIII sec. A.C. Si scorgono però anche testimonianze della presenza romana e bizantina (V-VI Sec. D.C.) mentre l’attuale sito è abitato almeno a partire dal secolo XIII. Il 18/07/1436, unitamente a Thiesi e Cheremule, Bessude venne concesso in feudo a Don Giacomo Manca dal Re Alfonso d’Aragona: le tre ville costituivano così il marchesato di Montemaggiore. I Manca tennero il feudo fino alla loro cacciata avvenuta agli inizi del XIX secolo. Nel XVII secolo la peste decimò la popolazione di Bessude. Alla fine del XVIII secolo anche Bessude prese parte al movimento antifeudale capeggiato da Giovanni Maria Angioj. Il 24/11/1795 si firmò il patto di mutua alleanza contro il regime feudale tra le comunità di Bessude, Thiesi e Cheremule. Nell’ottobre del 1800 si ebbe la repressione da parte delle truppe piemontesi coadiuvate da bande di fuorilegge.


Le tradizioni e gli eventi:

MANIFESTAZIONE LUOGO DATA
Festa di "Sos ciciones e de sa mandula bellinda" Centro urbano I decade di agosto
Festa della Madonna delle Grazie Chiesa Campestre di Monte Arana 7-8 settembre
Festa B.V. Assunta Centro urbano I domenica dopo Ferragosto
Festa della Madonna di Runaghes Centro urbano 8 settembre
Festa di San Martino Centro urbano 11 novembre